PER INFORMAZIONI SUI LIBRI

larazavatteri@gmail.com
348/7702561
Mezzana, val di Sole, Trento
via 4 novembre 21

martedì 1 settembre 2020

COME NASCE UNA COPERTINA

Ecco alcuni passaggi per arrivare alla copertina del mio nuovo libro




Il titolo e il disegno fanno riferimento al modo di dire "El ghe dis el bis al tas" (e poi continua...te don en pugn sul nas! Per questo i due animali hanno i guantoni). E' un libro in dialetto con traduzione italiana, testo e copertina sono a posto e procederò per renderlo disponibile nei prossimi mesi.
La dedica è per mio papà, che pur essendo veronese il dialetto l'aveva imparato quasi come uno di qui, a parte qualche espressione del suo dialetto che ogni tanto gli scappava.

A presto con altre info sul nuovo libro!


NB. Frammenti di una valle, raccolta di articoli curiosi sulla val di Sole, è a 5 euro anzichè 10, chiedetemelo (larazavatteri@gmail.com) se siete interessati! Tutti gli altri libri li ho disponibili oppure online (Ibs, Amazon ecc...).

Grazie ai miei lettori e a chi, in futuro, lo diventerà!

Lara



martedì 18 agosto 2020

LIBRO IN DIALETTO


Ciao a tutti.
Ecco un altro indizio sul mio prossimo libro, sarà un libro in dialetto, ovviamente tradotto in italiano.
Dialetto della val di Sole, ovviamente. 

Per scoprire gli altri miei libri date un'occhiata su Ibs:
LIBRI LARA ZAVATTERI IBS


Grazie a tutti i miei lettori, "storici" e nuovi. Grazie di cuore!

Lara

martedì 11 agosto 2020

PARTICOLARE DI COPERTINA...PER PAPA'






Questo è un particolare della copertina che, pur non essendo una disegnatrice, ho realizzato per il libro che spero di pubblicare entro fine anno.
Sarà un libro, come vi ho anticipato, su Mezzana e la val di Sole.
Sarà un libro dedicato a mio papà, che non c'è più. Non avrei mai creduto di dedicargli un libro perchè se n'è andato tanto improvvisamente che ancora non ci credo e non ci crederò ancora a lungo.
Sarà un libro per lui, anche se non era della valle di Sole ma di Marzana in Valpantena (Verona) e che però era in valle da tanto tempo, 50 anni circa. Aveva imparato il nostro dialetto e lo parlava con solo, ogni tanto, qualche termine veronese. Sarà un libro che mio papà non leggerà...o forse sì? Chissà se in Cielo giungeranno le mie parole. Io spero tanto di si.

Cosa vuto combater?
Cosa vuoi combattere? (Ironico, per dire lascia perdere).




martedì 28 luglio 2020

LA FIABA PER BAMBINI SUL PARCO DELLO STELVIO

Qualche anno fa ho curato questa fiaba per bambini che parla del Parco dello Stelvio, settore trentino.
Matteo, un bambino in gita, si perde in val di Rabbi ma viene soccorso dal folletto Ronja. Insieme, grazie a magici scarponcini che permettono di non sentire la fatica pur percorrendo grandi distanze, visitano il Parco prima in val di Rabbi e poi in val di Peio.
Con disegni che illustrano la storia.

Richiedendomelo a larazavatteri@gmail.com




mercoledì 22 luglio 2020

E SE ANASTASIA FOSSE ANCORA VIVA?





Se siete appassionati di storia, saprete che per anni si è parlato della possibile sopravvivenza di Anastasia, la penultima figlia dello zar Nicola II, durante l'eccidio della sua famiglia.
Questa idea nacque anche dal fatto che per anni una donna disse di essere Anastasia, una donna che conosceva molti particolare della corte dello zar che solo chi ci aveva vissuto poteva conoscere. Anni fa sono stati rinvenuti i resti dello zarevic (l'erede al trono) Alessio e di una delle sorelle, si disse fosse Anastasia o Maria, ma questa sorta di leggenda permane.

Se non sapete chi è Anastasia...Lo zar di Russia Nicola II e la zarina Alessandra avevano avuto le figlie Olga, Tatiana, Maria e Anastasia e il figlio Alessio. Con lo scoppio della rivoluzione tutta la famiglia fu portata, prigioniera, negli Urali e lì massacrata. Si disse, come racconto nel libro, che la zarina e le figlie all'inizio si salvarono dalle pallottole, perchè avevano cucito nei corpetti molte pietre preziose e quindi i proiettili rimbalzavano senza colpirle.
Da quella notte infernale, nacque la leggenda che la giovane Anastasia fosse sfuggita all'eccidio.

Questo è un esempio delle storie che racconto in "Sopravvissuti", partendo dalla vita reale dei personaggi e poi immaginando come avrebbero potuto, per l'appunto, sopravvivere.


Ibs, Amazon, negozi online di libri
Libreria: nome autore, titolo, editore Youcanprint
Di persona in via 4 novembre 21 a Mezzana (val di Sole, Trento) o larazavatteri@gmail.com.


Grazie di cuore a chi ha acquistato recentemente i miei libri!


FOTO: Wikipedia

lunedì 20 luglio 2020

CUOR DI CORTECCIA..L'IPPOCASTANO RICORDA






Quando ero piccola mi piaceva molto girare per i prati da sola o con i miei amici. Una volta, quando ero da sola, sbucò fuori un cane che mi fece paura. Non aveva nulla che poteva farmi paura, solamente era grande e io piccola (si tattava di un cane lupo). Lo vidi e restai immobile, mentre lui mi guardava incuriosito, prima di andarsene. Siccome non volevo rinunciare alle mie passeggiate ma avevo paura del cane, imparai ad arrampicarmi su un ippocastano che era cresciuto sul ciglio di un prato, così quando il cane appariva bastava che mi arrampicassi sull'albero per sentirmi al sicuro. Poi feci amicizia con il cane e non mi fece più paura, ma per divertimento continuai ad arrampicarmi. La chioma dell'ippocastano, invece, faceva ombra a me ed ai miei amici nei nostri giochi sul prato, durante l'estate.
Era un albero che piaceva a tutti e che usavamo quando volevamo fare improvvisati pic-nic, anche con un mio amico di allora, Mauro Barbetti.
Non aveva ancora 7 anni quando fu investito sulla nazionale a Mezzana, nel 1990. Per me, anche se era più piccolo di 3 anni, era stato amico e compagno di avventure e non l'ho mai dimenticato.
Per questo "Cuor di corteccia" è dedicato a lui e tra i racconti, tutti ispirati agli alberi e dove parlano proprio gli alberi, c'è anche uno che racconta del "nostro" ippocastano.
L'albero è stato tagliato nel 2011, portandosi dietro tanti ricordi. Anche per questo, per non dimenticare, ho scritto questo libro.

Online (Ibs, Amazon...)
Libreria (Titolo, autore, editore Youcanprint)
Richiedendomelo a Mezzana via 4 novembre 21, larazavatteri@gmail.com, su Facebook.

giovedì 16 luglio 2020

LA MIA AVVENTURA CONTINUA...2 LIBRI PER AMATRICE

Questi due miei libri "Un cane di nome Giuliano" e "Agata.Come un funerale ti salva la vita" hanno partecipato all'iniziativa "Un libro per Amatrice".
Per ricostruire la biblioteca di Amatrice, era possibile dare una mano inviando gratuitamente dei libri, così ho pensato di inviare questi due, soprattutto perchè sono umoristici, fanno ridere e sorridere e in quella situazione saper sorridere, almeno per un momento, sicuramente era importante. Ho poi ricevuto i ringraziamenti per l'invio dei libri. Di cosa parlano?
Un cane di nome Giuliano racconta il primo anno di convivenza con il mio cane, di nome Giuliano, fatto di tante avventure e risate, con foto.
Agata invece è un romanzo che parla di come una signora da tempo diventata un'eremita deve rientrare in società e decide di farlo...partecipando ai funerali!
Potete richiederli a me a Mezzana via 4 novembre 21 (di fronte hotel Salvadori) o via mail larazavatteri@gmail.com, oppure online su Ibs, Amazon ecc..o in libreria specificando nome autore, titolo ed editore (per entrambi Youcanprint).

Intanto...ho quasi finito la revisione del nuovo libro, come ulteriore indizio vi anticipo che riguarda la cultura popolare della val di Sole e di Mezzana.

A presto e grazie a tutti i miei lettori!
Lara